"Non cercare di capire, senti!"

Sono molto affezionata a questa affermazione, tratta da una commedia che mi aveva divertita molto. Il film affronta la tematica del gusto come elemento di scoperta della vita e del piacere di vivere.

Durante le esplorazioni di Metodo Feldenkrais, i sensi, a cui si affidano le proprie scoperte, sono tutti quelli che si hanno a disposizione.
Infatti, nella vita di tutti i giorni, si raccolgono informazioni sull'ambiente, a livello inconsapevole, attraverso tutti i canali. Non solo l'udito o la vista, permettono di interpretare i messaggi degli altri, ma anche l'odore e il gusto rispondono a stimoli ben precisi e creano interpretazioni nel proprio Sè.
Così anche mentre si esplora un movimento, tutti i sensi sono all'erta e, durante le lezioni di Metodo Feldenkrais, si possono utilizzare questi segnali per diventare consapevoli dello sforzo che si fa  e distinguere in modo sempre più preciso la sensazione di piacere.
Sensazione... Sensi...
Cercare, invece, di comprendere attraverso il ragionamento quello che si sta esplorando con il corpo è ancora una volta un lavoro in più, ma meno produttivo.
Immaginare un movimento che si è mai fatto è una contraddizione in termini. Tutti si è affascinati dall'intelligenza del genio che ha l'intuizione, ma si dimentica quanta parte esplorativa egli affronta prima di riuscire a combinare insieme, pezzi diversi di esplorazioni differenti, per creare qualcosa di nuovo.
Se si riesce a rinunciare, quindi, anche momentaneamente all'illusione del controllo che la razionalizzazione offre, si ha l'opportunità di far emergere la propria parte geniale.
Provando e riprovando il movimento, con attenzione e consapevolezza, l'immagine che se ne ha, diventa sempre più ricca, fino a diventare la percezione del movimento stesso.
Non più una spiegazione razionale di qualcosa che è fisico, non più un'immagine stereotipata che si cerca di far collimare con se stessi, ma proprio l'attimo presente, consapevoli e vitali nel Corpo-Mente.

Non dimentichiamo che il ragionamento fa parte della vita. La mente è continuamente al lavoro per costruire la realtà. Pensare, però, che tutto sia da affidare al pensiero razionale ci fa perdere una gran fetta di mondo, tra cui la parte più profonda di noi stessi.

Nessun commento:

Posta un commento

Ma tu cosa ne pensi?