L'alimentazione naturale

Nel mondo frenetico, impegnato e pieno di problemi pratici, in cui viviamo, dare ascolto al nostro corpo è un'attività che rimandiamo fino a quando un dolore o un fastidio non si fa più insistente del solito.
Il linguaggio del corpo, i segnali che ci manda, sono all'inizio sottili e quasi impercettibili a un'orecchio poco allenato, eppure anche la forte emicrania che ci invalida per giorni parte da zero per arrivare a cento.

A mano a mano che la nostra attenzione si allena e rinforza, diventa sempre più importante anche la domanda: come si integra nel mio corpo e nel mio benessere quello che mangio?
Se pensate che ogni cosa che mangiate contiene in sè una parte che finirà scartata e una parte che invece contribuirà a costruire, riparare, rinforzare il vostro corpo, comprendete quanta parte abbia nella nostra vita un'alimentazione sana.

Quando ho cominciato a frequentare gruppi di Metodo Feldenkrais (ancora da allieva, all'epoca) mi sono accorta che quel pezzo di cammino coincideva in me con il bisogno di avere una visione più chiara e autentica di un modo di vivere sano. Al di là delle mode. O dei consigli.
Quello che stavo cercando era di imparare innanzitutto a distinguere tra ciò che mi stava facendo bene e ciò che invece appesantiva o rallentava i miei sistemi (sia che si stia parlando di quello circolatorio, che di quello mentale.. che poi sono sempre interconnessi gli uni con gli altri).
Questa è la vera alimentazione naturale: imparare a distinguere ciò che PER NOI va bene, e ciò che no.
Parallelamente si può arricchire le nostre conoscenze e i nostri saperi, con libri, consigli, pareri, ma sempre con un occhio al nostro "istinto". Quello radicato profondamente nel nostro corpo.

Nessun commento:

Posta un commento

Ma tu cosa ne pensi?