Perchè ho parlato di Sessualità e Metodo Feldenkrais?

Quello che ho proposto nell'evento di San Valentino è un viaggio esperienziale attraverso alcune importanti parti del corpo che contribuiscono a un modo piacevole di muoversi.
Il Metodo Feldenkrais migliora le funzioni vitali, quindi così come può migliorare l’utilizzo di una spalla o del dorso, attenuare i dolori di schiena, colonna o cervicali, i disturbi lombari o le sciatalgie,può migliorare anche la funzione sessuale, ristabilendo l’equilibrio tra mente e corpo.
La sessualità per i nostri tempi è un tema controverso, si alternano attenzioni che variano da una ricerca dello strano e del diverso a quella del patologico.
Noi invece staremmo nel campo di quella che gli esperti chiamano normalità e per scoprirla passeremmo da azioni e pensieri che apparentemente nulla c’entrano con la sessualità.
L’organismo è una complessa unità funzionale fra salute fisica e mentale, fra salute emozionale e sessuale. La sua integrità è determinata dalla interrelazione fra le varie funzioni corporee. L’interruzione o la disfunzione di una di esse può pregiudicare la salute. La maniera in cui teniamo il bacino è argomento di riflessione, come lo è il modo in cui teniamo la testa, le spalle, il dorso, il ventre, perché riflette la nostra storia personale.
L’influsso della propria storia e del retaggio culturale che ci circonda durante la crescita e dopo, influenzano il modo che abbiamo di contrarre i muscoli, irrigidendoci e sottraendo vitalità, anche alla parte che permette di esprimere pienamente la sessualità e di provare piacere.
Il sistema nervoso autonomo, nella sua complessità, è costruito in modo da alternare l’equilibrio tra “sonno e veglia” degli organi e delle funzioni. Tra queste, quella sessuale. Raggiungere una conoscenza del proprio corpo e dei propri modi di muoversi può stabilire un corretto controllo addominale e liberare il bacino da movimenti parassiti e tensioni superflue che non gli permettono di ruotare, inclinare, estendere. E’ un linguaggio profondo che riequilibra il sistema nervoso e dona alla persona la possibilità di vivere in modo più profondo e completo se stessa e la propria sessualità.
Attraversare il corpo alla ricerca dell’onda, delle vibrazioni della vita, è un percorso che ha un inizio, ma non necessariamente una fine.
Non c’è limite al miglioramento soggettivo della propria capacità di sentire.

Nessun commento:

Posta un commento

Ma tu cosa ne pensi?